Blog categories

Comments

Aborto Spontaneo

L’aborto spontaneo è la perdita di una gravidanza prima della 23° settimana di gestazione. La minaccia di aborto consiste in un sanguinamento vaginale senza dilatazione cervicale prima delle 20 settimane in una gravidanza intrauterina confermata. È tuttavia doveroso sottolineare che piccole tracce di sangue si presentano anche in moltissime gravidanze che andranno perfettamente a buon fine. La diagnosi di aborto spontaneo avviene mediante una visita ed ecografia transvaginale. In caso di aborto confermato il trattamento prevede l’osservazione e l’attesa, una terapia medica o il raschiamento dell’utero mediante isterosuzione.

Gli aborti possono essere classificati nel seguente modo:

  • Precoci o tardivi
  • Spontanei o indotti
  • Minacciati o inevitabili
  • Incompleti o completi
  • Non rilevati
  • Ricorrente
  • Settico

 

Ben il 25% di tutte le gravidanze termina con un aborto spontaneo durante le prime 12 settimane di gravidanza. L’incidenza in tutte le gravidanze è probabilmente più alta perché alcuni aborti molto precoci sono erroneamente scambiati per un ciclo mestruale tardivo.